Cicoria: Come pulirla

Print Friendly, PDF & Email

La cicoria è una pianta erbacea commestibile molto simile alle bietole ma dal gusto leggrmente’ più amaro. Per evitare l’eccessivo gusto amaro le foglie vanno raccolte prima della fioritura o va eliminata la parte più interna, sbollentate in abbondante acqua leggermente salata e ripassare in padella con olio, aglio e peperoncino, che è poi la ricetta che da il meglio a questa pianta.

Ricca di vitamine e di sali minerali, la cicoria ha un ampio utilizzo in cucina. E’ anche una valida alternativa al Caffè, infatti la radice della pianta se tostata si presta ad essere un ottimo sostituto del caffè. Questa alternativa pare la si deve al medico e botanico veneto Prospero Alpini (1553 – 1617) nel 1600, inizialmente però come scopo terapeutico, poi il suo utilizzo gli anziani la ricordano soprattutto in tempi di guerra quando le importazioni del caffè subivano rallentamenti. La radice inoltre, se bollita, rappresenta una buona alternativa alimentare per il diabetico (l’inulina viene sopportata meglio dell’amido).

Esistono diverse varietà di cicoria, tra le più comuni la cicoria catalogna, la cicoria lunga e quella selvatica vendute a cespi oppure a mazzi.

In genere, comunque, la cottura e la pulizia si effettua nello stesso modo.



Cicoria: Come pulirla

Per pulirla, non bisogna far altro che eliminare l’estremità terrosa e dividere le varie parti del cespo.
Eliminate le foglie danneggiate e mettete la cicoria a bagno nel lavello della cucina con abbondante acqua.
Sciacquarla almeno un paio di volte fino a quando l’acqua non uscirà pulita.
Per ultimo lasciatela in acqua per 10-15 minuti in maniera tale che se ci sono depositi di terra, in ammollo nell’acqua, si depositerà sul fondo del lavello.
Una volta pulita, la nostra cicoria è bella e pronta per essere bollita in acqua salata prima di procedere con le varie ricettine.


Hai già provato questa ricetta? Ti è piaciuta?
Taggami su Instagram usando l’hastag #qualcosadicucina
Se invece hai una tua versione preferita o suggerimenti, fammelo sapere con un messaggio nei commenti.

Per essere aggiornati sulle nuove ricette seguiti, anche sui social  Facebook, Instagram, Twitter, Tik TokTelegram

Gli articolo potrebbero contenere link di affiliazione. In qualità di Associati Amazon. L’affiliazione non comporta costi aggiuntivi per voi sugli acquisti.

Hai già provato questa ricetta? Ti è piaciuta?
Taggami su Instagram usando l’hastag #qualcosadicucina
Se invece hai una tua versione preferita o suggerimenti, fammelo sapere con un messaggio nei commenti.


Per essere aggiornati sulle nuove ricette seguiti, anche sui social  Facebook, Instagram, Twitter, Tik TokTelegram

Gli articolo potrebbero contenere link di affiliazione. In qualità di Associati Amazon. L’affiliazione non comporta costi aggiuntivi per voi sugli acquisti.


Commenta per primo

Lascia un commento