Il Mandarinetto

Il liquore al gusto di Mandarino

Print Friendly, PDF & Email

Il Mandarinetto o liquore al mandarino è una ricetta della tradizione italiana, ideale da servire alla fine di  una cena delle feste, da regalare,  ma anche usato come ingrediente le macedonie o dare un tocco alcolico e fruttato ai dolci come bagna.

Per la realizzazione consiglio sempre di utilizzate Frutta non trattata, in questo sono fortunata poichè diverse piante, insieme a Limoni, aranci ed Ulivi, adornano il giardino di mio padre a Posillipo.

Preparate questo liquore nella stagione invernale, poter  poi apprezzare il sapore ed il profumo dei mandarini durante il resto dell’anno.

Si dice che il Mandarino sia l’unico frutto dolce dei 3 originali, Mandarino appunto, Pomelo ed il Cedro, e dai vari suoi incroci si sono sviluppati quasi tutti gli agrumi che oggi conosciamo, come il Limone, il Lime e le Arance

Oltre che come fonte di  vitamina C e vitamina A, il mandarino è considerata benefica per la vista, inoltre  sono una fonte di sali minerali, Ferro, Magnesio, Calcio e Potassio, una ragione in più per gustare, oltre il frutto, questo liquore a fine pasto come digestivo.

Il suo sapore intenso e il suo profumo inconfondibile sarà gradito dagli amanti dei liquori agli agrumi, un’alternativa al classico Limoncello.


Per il Mandarinetto

  • 10 Mandarini
  • 1/2 litro di Alcool
  • 1/2 kg di Zucchero
  • 1/2 litro di Acqua


La prima cosa da fare è lavare e asciugare bene i mandarini. Sbucciateli e con un coltello o un pelapatate cercate di eliminare quanto più possibile la parte bianca, lasciando solo la parte arancione della buccia.

Tagliate la buccia a pezzettini e inseritela in un barattolo, aggiungete l’alcool e lasciate a macerare il composto ben chiuso per 4-5 giorni.

Trascorso il tempo di macerazione, in una casseruola, fate sciogliere lo zucchero con l’acqua a fuoco medio (circa 10 minuti). Toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare.

Unite allo sciroppo di zucchero il composto di buccia macerato, mescolatelo bene con l’aiuto di un cucchiaio, poi filtratelo con un colino coperto da una garza o un colino a maglie fitte.

Con l’aiuto di un imbuto imbottigliate il mandarinetto e lasciatelo riposare in un luogo asciutto ancora per 15-20 giorni prima di consumarlo ed una volta aperta la bottiglia conservatelo in frigo.


Hai già provato questa ricetta? Ti è piaciuta?
Taggami su Instagram usando l’hastag #qualcosadicucina
Se invece hai una tua versione preferita o suggerimenti, fammelo sapere con un messaggio nei commenti.

Per essere aggiornati sulle nuove ricette seguiti, anche sui social  Facebook, Instagram, Twitter, Tik TokTelegram

Gli articolo potrebbero contenere link di affiliazione. In qualità di Associati Amazon. L’affiliazione non comporta costi aggiuntivi per voi sugli acquisti.

Hai già provato questa ricetta? Ti è piaciuta?
Taggami su Instagram usando l’hastag #qualcosadicucina
Se invece hai una tua versione preferita o suggerimenti, fammelo sapere con un messaggio nei commenti.


Per essere aggiornati sulle nuove ricette seguiti, anche sui social  Facebook, Instagram, Twitter, Tik TokTelegram

Gli articolo potrebbero contenere link di affiliazione. In qualità di Associati Amazon. L’affiliazione non comporta costi aggiuntivi per voi sugli acquisti.


Commenta per primo

Lascia un commento